COMUNICATO STAMPA del DIRETTORE GENERALE dott. Fabrizio MANCA
UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE

“Oggi il direttore generale dell’USR e il Presidente della Giunta regionale del Piemonte, preso atto
della volontà del Governo di attenuare, a partire dal 2 marzo 2020, nelle regioni non cluster le misure
di prevenzione e contenimento del covid-19, ivi compresa la ripresa delle attività didattiche, hanno
sottoscritto, con il consenso del Presidente del Consiglio dei ministri e del Ministro della salute, il
protocollo di intesa che condivide l’opportunità di disporre per i giorni 2 e 3 marzo 2020, e prima
della ripresa delle attività didattiche, l’effettuazione nelle scuole del territorio piemontese di un’attività
straordinaria di igienizzazione, secondo le specifiche tecniche definite dall’unità di crisi regionale e,
se necessario, con il supporto economico della Regione Piemonte. Da lunedì 2 marzo 2020,
pertanto, le scuole riaprono ai docenti e al personale ATA e dal 4 marzo 2020 agli studenti, che
potranno riprendere l’attività didattica”.

 

🔴#Coronavirus: ecco cosa accadrà da lunedì in #Piemonte In base a quanto deciso dal premier Conte, si ritorna gradualmente alla normalità. Riapriranno musei, cinema, piscine, attività sportive, eventi e manifestazioni, seppur con una serie di indicazioni operative che verranno rese note da Roma domani. Secondo quanto disposto dal Governo, anche le scuole avrebbero dovuto riaprire lunedì. Ma io per il Piemonte, per maggiore precauzione, ho chiesto e ottenuto di poter adottare una misura diversa e autonoma: lunedì e martedì riapriranno gli edifici scolastici solo per il personale in modo da consentire un’azione straordinaria di igienizzazione delle aule e degli ambienti che ho richiesto per tutte le scuole piemontesi. Da mercoledì riprenderanno regolarmente anche le lezioni con gli studenti. Ho preso questa decisione, distaccandomi da quanto previsto dal Governo, innanzitutto perché scuole igienizzate vuole dire scuole più sicure, ed è un’esigenza che oggi più che mai risulta prioritaria. Le giornate dedicate all’igienizzazione serviranno anche come misura precauzionale per avere due giorni in più per valutare intanto l’evoluzione dei contagi nelle aree del Piemonte confinanti con le zone focolaio della Lombardia e della Liguria.

Pubblicato da Alberto Cirio su Sabato 29 febbraio 2020